Chi sono

francesca-baldrighi

Francesca Baldrighi

Voglia di dipingere, sperimentare recuperando pezzi dei materiali più disparati; sincronizzare occhi-mani-testa-cuore nella creazione di ambienti, situazioni, atmosfere.

Attraverso l’esperienza presso cantieri di restauro il mio “occhio-mente-cuore” ha cominciato ad approcciarsi a quanto mi si presentava di fronte con una nuova poetica di recupero e trasformazione dei materiali. Dialogare attraverso un linguaggio contemporaneo con vecchi arredi, trovare la loro vocazione trasformista superando spesso limiti dettati dal passare ingrato del tempo. Ecco come nascono i miei pezzi d’arredo.

Mobili e complementi unici che spero possano trasmettere nuove emozioni a chi ne entrerà in possesso. A tutto questo”recupero” che ben si esprime attraverso gli arredi di Comme il faut ( Fatto come deve essere fatto.) affianco una serie di pannellature di vario genere e tecnica che nascono specificatamente per gli ambienti in cui andranno inseriti. Forte di una lunga esperienza creo pezzi unici come unici sono i loro proprietari e gli ambienti in cui andranno inseriti.

Utilizzando varie tecniche in cui sono esperta, esaudisco i desideri dei committenti.

Tutto può essere rivestito d’arte, un mobile…una porta, è bello stupire chi guarda, dare la possibilità di avere una nuova visione di ciò che lo circonda, dell’ambiente in cui vive. Anni di esperienza con lavori in ambienti pubblici e privati mi portano a parlare varie “lingue” nella decorazione d’interni.

L’esperienza formativa nasce dal liceo artistico per approdare successivamente all’accademia di belle arti rendendomi ricca di una profonda curiosità nei confronti di tecniche e espressioni. L’amore per la natura e la passione quindi inevitabile per i materiali di cui è “composta” hanno fatto si che scattasse in me l’interesse per minerali e pietre…….dilagando poi verso la decorazione che l’uomo crea con essi, decorazione del corpo alfine giocata con i gioielli. Da qui parte la mia curiosità che si sazia assemblando materiali di varia provenienza e preziosità, creo così ornamenti sempre nuovi, nati dall’ispirazione del momento…..sempre diversi, mai uguali nella loro unicità. Una pietra, un vetro, una piccola sfera metallica, un pezzo di seta.

Tutto si unisce in un dialogo a più voci per decorare il corpo.
Tutto si unisce per creare un ornamento che parla di sé.
Tutto si unisce in un sacrale discorso con la natura.
Tutto questo per fare un gioiello che parla di noi.

Formazione:

  • Liceo Artistico B.Bembo
  • Accademia di Belle Arti di Brera
  • Capac Corso di Oreficeria
  • La Torretta Corso di lavorazione del cotto
  • Scuola del Mosaico Spilimbergo
  • Centro TAM Corso per la lavorazione artistica del metallo Arnaldo Pomodoro

Collaborazioni:

  • Studio Beppe Riboli Design
  • Studio Giuseppe Dondoni Design
  • Studio di restauro G.F. Mingard